fbpx

Introduzione al chakra sacrale: significato, funzione e posizione

Il chakra sacrale, noto anche come Swadhisthana. Questo articolo esplorerà il significato, le funzioni, la posizione e altri componenti di questo Chakra.

Introduzione

Si dice che i chakra siano i centri energetici del nostro corpo energetico sottile. Ci sono sette chakra principali, che si trovano lungo la colonna vertebrale. La storia dei chakra può essere fatta risalire all'antica India più di 3000 anni fa. Nello yoga e nella meditazione, i chakra sono spesso usati come punti focali per la mente.

La parola "Chakra" deriva dalla parola sanscrita che significa "ruota" o "disco". I chakra sono le ruote che girano di energia che mantengono il corpo in equilibrio. Ogni Chakra è associato a un diverso colore, elemento e funzione. Ognuno è anche responsabile del nostro benessere fisico, mentale ed emotivo quando è in equilibrio. Tuttavia, se qualcuno di loro diventa squilibrato, può portare a problemi emotivi e fisici.

Il secondo Chakra principale nell'elenco è il Chakra Sacrale, o Swadhisthana (in sanscrito), situato nell'addome inferiore, appena sopra l'osso pubico. Governa la nostra creatività, piacere e sessualità.

Questo articolo esplorerà il significato, il simbolo, la posizione, l'elemento e il colore del Chakra Sacrale.

Cos'è il chakra sacrale?

Il Chakra Sacrale, alias 'Swadhisthana,' si trova alla base della colonna vertebrale e aiuta a bilanciare le energie del corpo.

La parola "Swadhistan” deriva da due parole sanscrite: swa (sé) e adhisthana (saldamente seduto/stabilito), in poche parole, riferendosi alla “sede sacra del sé”. Si trova alla base del nostro corpo ed è connesso a ciò che ci rende unici: il nostro senso dell'immaginazione.

Il chakra sacrale è associato all'acqua ed è responsabile della nostra creatività ed emozioni. Come indicato nei testi antichi, lo Svadhisthana è un luogo 'dove il tuo essere è stato stabilito.' Quindi anche questo diventa un luogo dove la paura della morte blocca l'accesso alle energie in questa regione. Gli antichi yogi, o Siddha, dedicarono molti anni di pratica per superare questa paura e ottenere risultati autoliberazione. Credevano che la paura della morte impedisse a una persona di sperimentare il sé superiore.

Dal punto di vista del funzionamento quotidiano, quando questo Chakra è equilibrato, ci sentiamo sicuri e connessi alla nostra intuizione e sensualità. Quando squilibrato, potremmo sentirci creativamente bloccati, emotivamente instabili e disconnessi dalla nostra energia.

L'arancia rappresenta il Chakra Sacrale; la sua il simbolo è un loto con sei petali. l'elemento associato al Chakra sacrale è l'acqua. Le qualità principali del Chakra Sacrale sono la creatività, il piacere e il flusso.

Takeaway

Il Chakra Sacrale è conosciuto come il secondo Chakra. Si trova nell'addome inferiore, appena sotto l'ombelico. Questo Chakra è associato al colore arancione e all'elemento acqua ed è responsabile della nostra creatività ed emozioni. Quando questo Chakra è equilibrato, ci sentiamo sicuri e connessi alla nostra intuizione e sensualità. Quando siamo sbilanciati, possiamo sentirci bloccati creativamente, emotivamente instabili e disconnessi dalla nostra energia.

Principali caratteristiche del chakra sacrale

  1. Creatività: Il chakra sacrale è responsabile della nostra creatività. Quando questo Chakra è equilibrato, ci sentiamo ispirati e motivati ​​a creare. Potremmo anche trovarci più produttivi ed efficienti nei nostri sforzi creativi.
  2. piacere: Il chakra sacrale è anche responsabile del nostro senso di piacere. Quando questo Chakra è equilibrato, proviamo gioia ed entusiasmo. Potremmo anche trovarci più spontanei e in grado di godere di nuove esperienze.
  3. Flusso: Il chakra sacrale è responsabile della nostra capacità di seguire il flusso. Quando questo Chakra è equilibrato, ci sentiamo flessibili e adattabili al cambiamento. Potremmo anche trovarci più aperti e ricettivi alle nuove idee.

Takeaway

Il chakra sacrale è responsabile della nostra creatività, piacere e flusso. Quando questo Chakra è equilibrato, ci sentiamo gioiosi, spontanei e di mentalità aperta. Quando il chakra sacrale è squilibrato, possiamo sperimentare blocchi creativi, instabilità emotiva e disconnetterci dalla nostra energia.

Responsabilità fisiche del chakra sacrale

Il chakra sacrale è associato ai seguenti organi:

  1. Il sistema riproduttivo: Il chakra sacrale è responsabile della nostra salute riproduttiva. Quando questo Chakra è equilibrato, siamo più fertili e abbiamo gravidanze più sane o salute dello sperma.
  2. Il sistema urinario: Il chakra sacrale è anche responsabile della nostra salute urinaria. Quando questo Chakra è bilanciato, potremmo avere meno problemi con l'incontinenza e le IVU.
  3. Il sistema digerente: Il chakra sacrale è responsabile della nostra digestione. Quando questo Chakra è equilibrato, avremo meno problemi digestivi.

Takeaway

Il ruolo degli organi fisici nel Chakra Sacrale è quello di aiutare a mantenere la tua sfera emotiva, salute fisica e mentale. Alcuni di questi organi sono la vescica, i reni, il sistema linfatico, il sistema riproduttivo e l’intestino crasso.

Principali sintomi di un chakra sacrale squilibrato

Quando il chakra sacrale è squilibrato, possiamo sperimentare i seguenti sintomi:

  1. Blocchi creativi: Potremmo trovarci a sentirci creativamente bloccati. Potremmo sentirci come se non riuscissimo a essere motivati ​​o ispirati.
  2. Instabilità emotiva: Potremmo trovarci a sentirci emotivamente instabili. Potremmo sentirci come se fossimo emotivamente dappertutto e non riuscissimo a sentirci a nostro agio.
  3. Disconnessione dalla nostra energia: Potremmo trovarci a sentirci disconnessi dalla nostra energia. Potremmo sentirci come se non fossimo in contatto con il nostro corpo o disconnessi dal mondo che ci circonda.

Takeaway

Quando questo Chakra è equilibrato, ci sentiamo sicuri e connessi alla nostra intuizione e sensualità. Quando siamo sbilanciati, possiamo sentirci bloccati creativamente, emotivamente instabili e disconnessi dalla nostra energia.

Colore chakra sacrale

Il colore arancione è associato a questo secondo Chakra, noto anche come Swadhisthana chakra.

A livello mondano, l'arancione è il colore del movimento, del dinamismo, della passione e del piacere. Questo controlla le nostre attività sessuali e i nostri desideri ed emozioni attorno ad esso. Ecco perché quando è fuori equilibrio, potremmo sentirci sessualmente inibiti o incapaci di godere o esprimere pienamente la nostra creatività. Potremmo essere bloccati in una carreggiata o provare depressione, ansia, rabbia o rabbia eccessive.

A livello spirituale, l'arancione è un colore associato alla felicità, alla vitalità e all'ispirazione. Rappresenta anche l'energia purificata nell'induismo, che potrebbe essere uno dei motivi per cui i monaci indossano abiti color zafferano per elevare i loro stati d'animo attraverso il potere della meditazione. La loro rinuncia spirituale mostra che vogliono di più dalla vita che solo cose materiali.

In entrambi i casi, si tratta di vibrazioni! La frequenza corrispondente al secondo Chakra ha un effetto energizzante sui soggetti esposti – individui in cerca di pace interiore o persone in cerca di maggior benessere al di fuori di sé.

Takeaway

L'arancione è il colore della passione e del piacere, rappresenta i nostri desideri sessuali. L'arancio rappresenta anche la purezza, che i monaci indossano nella loro ricerca della conoscenza spirituale.

Simbolo del chakra sacrale

  1. Loto a sei petali: Il simbolo del Chakra Sacrale è un fiore di loto con sei petali vermigli incisi con le sillabe baṃ, bhaṃ, maṃ, yaṃ, raṃ e laṃ. I sei petali del Chakra Sacrale simboleggiano le sei cose da superare per purificare questo Chakra – rabbia, odio, gelosia, crudeltà, desiderio e orgoglio. Meditando su questo simbolo e interiorizzandone il significato, purifichiamo ed equilibriamo il nostro Chakra Sacrale, portando maggiore creatività, piacere e vitalità nelle nostre vite.
  2. Mantra del seme: Il mantra seme per Swadhisthana è 'Vam' – questa sillaba racchiude nella sua unica vibrazione sonora tutte le energie della creazione. Questo suono seme è considerato una sillaba sacra che può risvegliare il chakra sacrale.
  3. divinità: All'interno del fiore del Chakra Sacrale c'è una falce di luna bianca che rappresenta l'acqua, con la divinità Vishnu sopra di esso. Vishnu è blu scuro ed è seduto su un loto rosa. Tiene una conchiglia, una mazza, una ruota e un loto e indossa il shrivatsa marchio e il kaustubha gemma. Questi segni rappresentano l'infinito - ed è seduto in una posa Padmasana, che significa che ha raggiunto la perfezione spirituale. La sua forza è la dea Rakini, che è nero e vestito di rosso o bianco. È seduta su un loto rosso e tiene in mano un tridente, un loto, un tamburo e uno scudo. È anche seduta lì con la rappresentazione dell'emissione di energia vivificante. Le viene offerto il miele dai suoi seguaci in cerca di guida spirituale o conoscenza meditando sull'energia kundalini, che li avvicina all'illuminazione. Altre scuole di pensiero associano le divinità indù Brahma e Sarasvati con questo Chakra - Brahma è il creatore del mondo manifesto, e sua figlia Sarasvati è la divinità delle belle arti e della creatività.
  4. Animale: Il coccodrillo è l'animale designato a rappresentare Swadhishthana. Simboleggia la pigrizia, l'insensibilità e il pericolo in questo Chakra: il potere dell'acqua. La natura nascosta dell'elemento viene fuori quando le nostre emozioni o pensieri hanno un impatto negativo su di noi. Nostro le emozioni inconsce sono immagazzinate a livello subconscio, dove esistono senza controllo su se stessi finché non vengono stimolati. Quando quei sentimenti negativi salgono alla coscienza senza nient'altro che li trattenga più a lungo, spesso ne sperimentiamo le conseguenze negative.

Takeaway

Il chakra sacrale è la fonte delle nostre emozioni e desideri. È anche il luogo in cui troviamo orgoglio, rabbia e desiderio, tutte cose che l'amore può superare. È rappresentato da sei petali di loto, il seme mantra 'Vama', le divinità Brahma e Sarasvati e il coccodrillo.

La linea di fondo

Il chakra sacrale si trova nell'addome inferiore, appena sotto l'ombelico. È associato all'elemento acqua ed è responsabile del nostro benessere emotivo e della nostra sessualità. Il suo nome sanscrito è “Swadhisthana," che significa "dolcezza" o "il piacere.” Il colore arancione rappresenta spesso il chakra sacrale.

Quando il chakra sacrale è in equilibrio, ci sentiamo sicuri e sensuali. Possiamo esprimere liberamente le nostre emozioni e goderci le nostre relazioni sessuali. Siamo anche creativi e aperti a nuove esperienze. Tuttavia, quando il chakra sacrale è fuori equilibrio, possiamo sentirci emotivamente instabili, repressi sessualmente o bloccati creativamente. Potremmo anche lottare con problemi di dipendenza o codipendenza.

Per comprendere, guarire, equilibrare e lavorare con il chakra sacrale, segui il nostro corso dettagliato, 'Comprendere i chakra. '

Harshitaa Sharma
La signora Sharma è un'insegnante consapevole, scrittrice, yoga, consapevolezza e meditazione quantistica. Sin dalla tenera età, ha avuto un vivo interesse per la spiritualità, la letteratura dei santi e lo sviluppo sociale ed è stata profondamente influenzata da maestri come Paramhansa Yogananda, Ramana Maharishi, Sri Poonja Ji e Yogi Bhajan.

Contattaci

  • Questo campo è per scopi di convalida e deve essere lasciato invariato.

Contatto su WhatsApp