fbpx

Pasto ideale ayurvedico: gli alimenti che dovresti mangiare ed evitare

Cibi ideali ayurvedici

Introduzione

L'Ayurveda classifica tutte le sostanze in tre categorie principali:

Dosha Prashamano – le sostanze che creano dosha equilibrio nel corpo

Dhatu pradoshanam – le sostanze che inquinano i tessuti corporei (dhatus – succo digerito, sangue, muscoli, tessuto adiposo, ossa, midollo e tessuto riproduttivo).

Swasthyavritta – le sostanze che preservano la salute.

Il seguente shloka da charak samhita descrive la seconda categoria di sostanze – alimenti che possono inquinare i tessuti del corpo.

वल्लूरं शुष्कशाकानि शालूकानि बिसानि च| नाभ्यसेद्गौरवान्मांसं कृशं नैवोपयोजयेत्||१० ||

Charak samhita, Sutra Sthana, Cap-5/11

È più importante conoscere gli alimenti nocivi rispetto al cibo sano. Perché gli alimenti dannosi sono in numero inferiore. Ma il loro consumo può portare malattie e angoscia. Dunque, Acharya Charak parla di “cosa evitare”, prima di “cosa mangiare”.

Matrashatiya adhyaya (Capitolo -5, Sutrasthana) il capitolo che tratta della routine quotidiana ayurvedica ideale in charak samhita descrive un gruppo di alimenti che non fanno bene alla salute. Il sutra non proibisce completamente di mangiare questi cibi. Usa un termine interessante: abhya (pratica). Occasionale, quindi consumo di questi alimenti è ok. Tuttavia, nessuna persona attenta alla salute dovrebbe consumare frequentemente questo cibo proibito.

Vediamo quali sono questi cibi proibiti e perché dovresti evitarli.

Sommario

Secondo l'Ayurveda, alcune cose sono buone da mangiare e altre no. Pasto ayurvedico ideale linee guida in charak samhita vietare alcuni alimenti speciali per il consumo regolare. La carne secca è la prima di queste.

Carne essiccata

La parola “Valluro” si riferisce alla carne essiccata. charak samhita vieta l'uso frequente di carne essiccata. E ci possono essere molteplici ragioni per questo divieto.

Carne secca – L'angolo dell'Ayurveda

Secondo l'Ayurveda, la carne essiccata ha una naturale tendenza ad assorbire l'acqua in un ambiente idratato. Assorbe l'acqua all'interno del corpo e si rigonfia fino alla sua costituzione originale. Tuttavia, questo assorbimento d'acqua da parte della carne essiccata può disturbare l'equilibrio idrico nei fluidi corporei.

In questo modo la carne essiccata cede la sua secchezza al corpo. La secchezza è una proprietà integrale del vata dosha. Pertanto, questa secchezza ha il potenziale per farlo viziare vata dosha. L'Ayurveda dice che vata è la più potente delle tre energie biofisiche che gestiscono i nostri corpi. Governa in larga misura sia il sistema nervoso che quello ormonale. Il consumo costante di carne essiccata può portare a un aumento vata viziato. Questa crescita esponenziale in vata vizio può provocare gravi disturbi.

Vata dosha porta anche al deterioramento. Qui possiamo comprendere il deterioramento in termini di aumento dei radicali liberi nel corpo. L'aumento del numero di radicali liberi porta a un rapido danno cellulare e alla morte. Ad esempio, secchezza e avvizzimento della guaina nervosa portano a un rapido deterioramento e alla morte precoce delle cellule nervose.

Pasto ayurvedico ideale

Sommario

La carne essiccata assorbe l'umidità corporea e rende il corpo asciutto. Questa secchezza può viziare vata dosha e scatenare gravi disturbi.

Inoltre, è pesante e può produrre tossine digestive.

Pericoli per la salute legati alla carne secca

Coleotteri di piccola taglia Dermestes lardarius L., D. maculatus Degeer normalmente infestano la carne secca e vi depongono le uova. Ci sono molti altri insetti, acari e agenti patogeni che possono prosperare sulla carne essiccata, specialmente. se non è adeguatamente conservato.

Inoltre, la carne essiccata è anche una probabile fonte di contaminazione da Clostridium botulinum. Può portare al botulismo o all'intossicazione alimentare. La parola botulismo è emersa dal termine "Wurstvergiftung" (termine tedesco per avvelenamento da salsiccia).

Alcuni secoli fa, la normale carne essiccata veniva essiccata al sole o all'aria. Le persone usavano sale e zucchero per la conservazione della carne. Tuttavia, alcune persone usano anche salnitro o sali di nitrato per la stagionatura e l'essiccazione della carne. Nitrati e nitriti sono dannosi per l'organismo in grandi quantità. Diversi studi scientifici hanno trovato un'associazione diretta tra nitrati/nitriti e cancro allo stomaco. Questo è un altro motivo per cui la carne essiccata è ancora più dannosa di prima.

Sommario

La carne secca è un punto di incubazione ideale per molteplici insetti e microbi come il Clostridium. Esso può provocare disturbi digestivi e persino un'intossicazione alimentare. Nitrati e nitriti presenti nei salumi sono direttamente associati al cancro allo stomaco.

Uso salutare della carne secca

Cucina cinese - Bakwa

La carne secca non fa bene al corpo. Tuttavia, le persone in molte culture usano spesso conserve di carne essiccata, specialmente. in condizioni climatiche estreme. Ad esempio – Per secoli, la cucina cinese ha usato Rugan or Bakwa. Rugan è una carne secca cinese dolce-salata. Usa carne di maiale, montone o manzo come base, insieme a zucchero, sale, spezie e salsa di soia come conservanti naturali.

I cinesi lo hanno usato per tutta la vita e non sembrano affrontare gravi problemi. Ma è importante notare Karan o il metodo di utilizzo della carne secca.

L'usanza cinese consiglia l'uso di Bakwa specialmente Durante il capodanno cinese. Non si mangiava tutto l'anno. Il capodanno cinese cade normalmente a febbraio. Questo periodo dell'anno porta condizioni climatiche rigide. In precedenza, deve essere stato difficile trovare frutta o verdura durante questo periodo. Pertanto, le persone si affidavano a cibi essiccati o conservati per sopravvivere agli inverni estremi. Anche l'ampio uso di conservanti naturali come aceto, salsa di soia, ecc. nella cucina cinese riflette la stessa logica.

Inoltre agni o il fuoco digestivo durante l'inverno (Hemant: gennaio-febbraio) è al suo meglio. Tutto doshasono ciclici stato di equilibrio in questo periodo dell’anno. Pertanto, il corpo può digerire e assorbire cibi pesanti come la carne secca.

Cucina dell'India meridionale – Uppukandam

Uppukandam è montone essiccato e spiato proveniente dallo stato del Tamil Nadu, nell'India meridionale. Tuttavia, Uppukandam viene poi fritto o bollito, usato nel sambhar dove perde la sua secchezza. L'olio utilizzato nel processo di cottura contribuisce anche a ridurne l'effetto essiccante.

Cucina Mongola – Borti

Borti è un altro tipo di polvere carne essiccata. Viene preparato principalmente con carne di cavallo e ampiamente utilizzato nelle dure condizioni climatiche della Mongolia. Tuttavia, l'upyogsanstha o l'uso lo rendono sano e nutriente. I mongoli in viaggio ne prenderebbero un pizzico bort polvere, mescolarla in acqua e farla bollire per fare una zuppa. Questa zuppa con un pizzico di bort servirebbe 3-4 persone!

Perciò, bort l'uso ha due vantaggi. In primo luogo, l'ebollizione elimina la secchezza. In secondo luogo, è facile e nutriente digerire una piccolissima quantità di polvere di carne bollita e diluita.

Sommario

Diverse culture hanno utilizzato la carne essiccata come foraggio di sopravvivenza in condizioni climatiche estreme. Tuttavia, queste preparazioni tradizionali utilizzano la carne essiccata in modo sano e al momento opportuno. Ad esempio, i cinesi usano la carne secca Bakwa durante climi estremamente freddi e in piccole quantità.

La carne essiccata garantisce la sicurezza alimentare e la sopravvivenza in condizioni estreme. Ed è salutare se lo usi molto raramente.

togliere

La linea di fondo è - charak samhita vieta l'uso frequente di carne essiccata. Tuttavia, la carne essiccata può servire come materia prima per ricette umide/oleose. Non è salutare consumare direttamente carne essiccata.

Inoltre, a volte è imperativo consumare carne essiccata a causa di vincoli climatici o ambientali. Ma devi cercare di evitarne il consumo se hai opzioni alimentari migliori.

Sei pronto ad esplorare l'antico sistema di guarigione dell'Ayurveda? Nostro Corso di certificazione Ayurveda offre una comprensione completa di questa pratica collaudata nel tempo. Dall'apprendimento delle basi alle tecniche avanzate, acquisirai le conoscenze e le abilità per promuovere una salute e un benessere ottimali. Unisciti a noi in questo viaggio di trasformazione e diventa un certificato.

Dott.ssa Kanika Verma
La dottoressa Kanika Verma è un medico ayurvedico in India. Ha studiato medicina e chirurgia ayurvedica presso il Govt Ayurveda College di Jabalpur e si è laureata nel 2009. Ha conseguito ulteriori diplomi in gestione e ha lavorato per Abbott Healthcare dal 2011-2014. Durante quel periodo, la dottoressa Verma ha usato la sua conoscenza dell'Ayurveda per servire organizzazioni di beneficenza come volontaria sanitaria.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Contattaci

  • Questo campo è per scopi di convalida e deve essere lasciato invariato.

Contatto su WhatsApp