Storia dell'Ayurveda

storia dell'ayurveda

In questo blog, scopriamo l'antica storia dell'Ayurveda, un patrimonio di 5000 anni. Ha attraversato molti cicli di ascesa e declino nel corso dei secoli. La storia dell'Ayurveda inizia con l'età di Samhita. Questo periodo ha visto la creazione di antichi trattati ayurvedici come Brahma Samhita, Agnivesh Tantra, ecc. In questo periodo, l'Ayurveda è cresciuto e si è ramificato in più divisioni e suddivisioni. Era l'età d'oro dell'Ayurveda quando si diffuse in tutto il mondo!

Introduzione

Nel precedente blog “Origine dell'Ayurveda”, abbiamo scoperto che Brahma ha realizzato l'Ayurveda come un manuale di istruzioni di vita per la sua creazione quasi perfetta, gli esseri umani. In primo luogo, lo insegnò agli dei. Dagli esseri divini, l'Ayurveda è passato all'umanità attraverso il saggio Bhardwaj. In questo blog parliamo della tradizione mortale dell'Ayurveda.

Antiche comunità ayurvediche

Il Signore Brahma si rese conto che la Brahma Samhita originale è troppo complessa per la mente umana. Pertanto, ha suddiviso l'Ayurveda originale in otto rami:

1. Kaya Chikitsa – Medicina generale ayurvedica

2. Kaumarbritya – Una combinazione di pediatria ayurvedica, ginecologia e ostetricia

3. Bhoot Vidya – Psichiatria ayurvedica

4. Shalakya Tantra – (urdhvangacikitsa:-oftalmologia e ORL)

5. Shalya – Chirurgia ayurvedica

6. Agad Tantra – Tossicologia ayurvedica

7. Rasayana – Terapie ayurvediche ringiovanenti/rigenerative e anti-invecchiamento

8. Vajikaran – Scienza riproduttiva e afrodisiaca ayurvedica

Quando l'Ayurveda si è diffuso tra gli umani, sono emersi molti gruppi con specializzazioni in diversi rami dell'Ayurveda. Ad esempio, alcune comunità di medici si sono concentrate sullo Shalakya Tantra, mentre altre hanno sviluppato competenze in tossicologia. Tuttavia, sono emerse due principali comunità ayurvediche: la Casa di Atreya e la Casa di Dhanvantari.

sommario

L'Ayurveda è diviso in otto rami. Tra questi, due spiccano di più: Kaya chikitsa (medicina ayurvedica generale) e Shalya (chirurgia ayurvedica).

La casa di Atreya

Secondo Kashyap Samhita (un Vedictreatise di Sage Kashyap), Brahma impartì la conoscenza dell'Ayurveda ai Saggi Kashyap, Vashishta, Atri e Bhrugu. Questa affermazione significa che questi saggi meditarono e realizzarono l'essenza dell'Ayurveda direttamente dalla fonte.

La parola Atreya significa: il figlio di Atri. Il saggio Atreya era il maestro dell'Ayurveda. I testi antichi lo dichiarano la massima autorità nella disciplina della Kaya Chikitsa (Medicina generale ayurvedica). La sua parola fu definitiva e accettata all'unanimità.

La comunità di Atreya credeva che Kaya Chikitsa (medicina ayurvedica generale) era superiore a tutte le altre branche. Altri rami sono lì come aiuto di supporto per Kaya Chikitsa.

Il maestro Atreya sosteneva che la causa di tutti i disordini è un agni indebolito, cioè (fuoco digestivo). Il malattie emergono solo quando la digestione debole non è in grado di bruciare i fattori che causano la malattia.

Tali disturbi hanno un effetto generalizzato. Alimentata da un debole agni, la tossina sottodigerita penetra gradualmente nei tessuti più profondi e crea tutti i tipi di malattie. Atreya ha sostenuto che non ci possono essere disordini se la digestione e i dosha sono in uno stato equilibrato.

Dal Kaya Chikitsa è l'approccio migliore per trattare il fuoco digestivo e i disturbi generali, è il ramo dominante. Altri rami svolgono un ruolo di supporto quando Kaya Chikitsa guida la linea di trattamento.

Questo è un argomento formidabile a favore di Kaya Chikitsa e la casa del Maestro Atreya. Oggi, più del novanta per cento dei qualificati Vaidya (medici ayurvedici) appartengono alla casa di Atreya.

sommario

casa di Atreya ritiene che Kaya Chikitsa o medicina generale è la branca più importante dell'Ayurveda. La medicina generale può curare più del novanta per cento dei disturbi, senza dipendere da altre specializzazioni.

La casa di Dhanvantari

Dhanvantari è un nome usato per molte figure di spicco dell'Ayurveda. Ai tempi vedici, Dhanvantari era il dio che emergeva dall'oceano di latte, con la pentola di amrit (l'elisir dell'immortalità). Questo elisir ha reso immortali gli dei e hanno potuto vincere la guerra asura o i demoni.

Sushrut Samhita dice che il dio Dhanvantari è rinato come re di Kashi (Varanasi, India) per far rivivere l'antica scienza della chirurgia ayurvedica. Si chiamava Dhanvantari Divodasa. Era un re, ma anche un maestro esperto in chirurgia ayurvedica.

Il maestro Divodasa sosteneva che Shalya (Chirurgia ayurvedica) è prominente di tutti gli altri rami dell'Ayurveda. Sushrut Samhita, il testo principale su Shalya – Chirurgia Ayurvedica, contiene una discussione tra il Maestro Divodasa ei suoi discepoli. Durante questa discussione, ha detto cheShalya è il ramo importante dell'Ayurveda.

Il maestro Divodasa sosteneva che se una persona mangia saggiamente e mantiene uno stile di vita sano, non si ammalerà mai. Se non segue le pratiche sanitarie di cui sopra, nessuna medicina può curarlo. Anche Sushrut Samhita sostiene che nidan parivarjanam (eliminazione dei fattori causali) è indispensabile per qualsiasi sollievo permanente dalle malattie. Il maestro Sushrut dichiara addirittura che non c'è bisogno di nessuna medicina

Tuttavia, non esiste alcuna opzione per l'intervento chirurgico in caso di incidente o guerra. Nessun'altra branca della medicina può sostituire l'aiuto chirurgico immediato richiesto per un osso rotto o un grave livido. Perciò, Shalya Tantraè insostituibile, mentre tutti gli altri rami, compresi Kaya Chikitsa, sono sostituibili con sagge abitudini di vita.

sommario

La casa di Dhanvantari credeva che Shalya o La chirurgia ayurvedica era la specializzazione insostituibile dell'Ayurveda. Uno stile di vita sano può sostituire la necessità di Kaya Chikitsao medicina generale. Ma l'intervento chirurgico è indispensabile per il trattamento di gravi traumi fisici/condizioni di emergenza in caso di incidenti o guerre.

togliere

Le due case dell'Ayurveda, Atreya e Dhanvantari, sono pioniere di diversi rami dell'Ayurveda, Kaya Chikitsa (medicina ayurvedica generale) e Shalya (Chirurgia Ayurvedica) rispettivamente.

Entrambe le case dell'Ayurveda hanno argomenti impressionanti a loro favore. La casa di Atreya sostiene che Kaya Chikitsa è la soluzione alla maggior parte dei problemi di salute. La casa di Dhanvantari sostiene che Shalya è impareggiabile in caso di emergenze come incidenti e guerre. Altrimenti, una persona può curare i suoi disturbi con abitudini di vita sane.

Spero che queste informazioni ti abbiano aiutato a comprendere meglio la radicata tradizione dell'Ayurveda. Il prossimo blog di questa serie discute l'età di Samhita e un immenso corpo di testo prodotto da entrambe le case nel corso di migliaia di anni.

Dott.ssa Kanika Verma
La dottoressa Kanika Verma è un medico ayurvedico in India. Ha studiato medicina e chirurgia ayurvedica presso il Govt Ayurveda College di Jabalpur e si è laureata nel 2009. Ha conseguito ulteriori diplomi in gestione e ha lavorato per Abbott Healthcare dal 2011-2014. Durante quel periodo, la dottoressa Verma ha usato la sua conoscenza dell'Ayurveda per servire organizzazioni di beneficenza come volontaria sanitaria.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Per motivi di sicurezza, è richiesto l'uso del servizio reCAPTCHA di Google, soggetto a Google l'informativa sulla privacy che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana Condizioni d'uso.

Io accetto queste condizioni.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.